Recensioni » Dragon Quest II: Pantheon of the Evil Spirits

 

Data di uscita: Giappone 23/09/1999 - America 27/09/00 - Europa //
Console: GameBoy Color
Produttore: Enix
Giocatori: 1
Autore della recensione: Zio Name
Versione del gioco: americana

cover americana

Dragon Quest II: Pantheon of the Evil Spirits è il sequel del primo Dragon Quest, uscito nel 1987 e come il precedente capitolo è stato "reincarnato" in differenti versioni. Anche in questo caso andremo a recensire la versione GameBoy Color.

Trama
Cronologicamente successivo di un secolo rispetto al predecessore, il gioco ci vede vestire nuovamente i panni di un discendente del leggendario eroe Loto, in questa avventura il principe di Lorasia, e verremo incaricati da nostro padre di fermare l'avanzata del terribile Stregone Hargon. Per far ciò dovremo esplorare il mondo alla ricerca di altri compagni che ci aiuteranno a sconfiggere la nuova minaccia. La trama è leggermente più elaborata del primo, presenta un maggior numero di personaggi e una lieve caratterizzazione dei personaggi.

Sistema
Anche questo capitolo presenta il classico gameplay da jRPG. Si esplora, si combattono battaglie casuali, si sale di livello e si effettuano acquisti. E' possibile salvare in tutti i castelli del gioco, parlando con il re o con il ministro, a seconda dei casi.
Lo svolgimento della trama è meno lineare del primo, essendo possibile esplorare il mondo liberamente una volta ottenuta la barca.

Grafica
Trattandosi di un titolo GameBoy Color del 1999 non ci si può aspettare miracoli, ma la grafica si presenta pulita, nitida e colorata. Buono il design dei mostri, ma per certe Tile si poteva fare un lavoro migliore. Buona la grafica della battaglia e i relativi effetti.

Sonoro
La OST, nuovamente affidata a Koichi Sugiyama, è composta da 11 tracce piuttosto variegate, anche se leggermente sottotono rispetto al predecessore e ai successivi capitoli.
Effetti sonori nella norma.

Longevità
Dragon Quest II presenta una longevità che si attesta all'incirca sulle 20 ore, essendo la trama maggiormente sviluppata e il mondo più vasto. Come nel predecessore però scarseggiano le sidequest e non ci sono molte attività per aumentare la durata della partita.

Conclusione
Dragon Quest II è un gioco che svolge il suo lavoro in maniera piuttosto buona, nonostante il peso dell'età inizi a farsi sentire, soprattutto per quanto concerne il lato tecnico. Consigliato comunque a tutti, anche se qualcuno potrebbe trovarsi spaesato di fronte alla notevole libertà d'esplorazione che il gioco offre.

Trama: 7
Sistema: 7
Grafica: 7
Sonoro: 6,5
Longevità: 7

Totale: 7

Design downloaded from free website templates and Free CSS Templates.