Recensioni » Kingdom Hearts II

 

Data di uscita: Giappone 22/12/05 - America 28/03/06 - Europa 29/09/06
Sito Ufficiale: Kingdom Hearts II.it
Sviluppatore: Square - Enix
Giocatori: 1
Video: Kingdom Hearts Ultimania
Autore della recensione: _Sesshomaru_
Versione del gioco: giapponese

L'alba di un giorno nuovo... ma sarà davvero un buon giorno?
Dopo mille illazioni, immagini, trailer e chi più ne ha ne metta, finalmente il 22/12/2005 è venuto alla luce Kingdom Hearts II. A 3 anni di distanza dall'uscita della versione Final Mix, finalmente potrete avere delle risposte. Sì, delle risposte ai molti quesiti che sono iniziati a balenarvi nel cervello dopo aver visto il filmato segreto Deep Dive. Ma, non erano solo quelle le domande che gironzolavano liberamente su e giù per le vostre menti (o sbaglio?). Una di queste sicuramente poteva essere: "Riuscirà Square-Enix (in collaborazione con Disney) a dare vita a un vero capolavoro videoludico, dopo le imperfezioni del primo capitolo?" La risposta a questa domanda ve la anticipo subito ed è Nì; un esatto mix fra Sì e No. Ma procediamo con ordine.

Passion
Come solito i filmati introduttivi in CG creati da S-E rappresentano un piacere per gli occhi, e non solo. Ad impreziosire questo piccolo gioiello di tecnologia ci pensa (come nel precedente capitolo) Utada Hikaru con una performance a dir poco eccellente. Piccoli tocchi di classe guarniscono in maniera perfetta un filmato che in 4 minuti raccoglie avvenimenti di KH e KH: Chain of Memories. Ma, alla fine di suddetto FMV una domanda sorge spontanea:

Where is Sora?
La nostra avventura ha inizio nella ridente (anche se forse un po' troppo soporifera) città di Twilight Town, nei panni di un ragazzo di nome Roxas. I sottogiochi presenti in questa sezione ci permetteranno di prendere confidenza con la nuova versione dei comandi. Particolarmente divertente (anche se un po' retrò) la possibilità di utilizzare uno skateboard per gli spostamenti lungo una sezione. A primo acchito, balza subito agli occhi che il tanto detestato problema delle telecamere è stato risolto alla perfezione o quasi. Noterete anche un utilizzo (a mio parere) eccessivo del tasto triangolo sia in battaglia e no. La grafica di gioco è un po' troppo scarna per gridare al miracolo. E fra un incontro di Struggle (combattimenti con l'uso di mazze plasticose ed inoffensive a prima vista) e l'altro, altre domande iniziano ad aleggiare a mezz'aria. Ma chi è costui? perché assomiglia così spudoratamente a Sora? perché continua ad avere visioni passate su Sora? Cosa sono quegli esseri bianchi così sfuggevoli? perché Roxas può usare il K*******? Chi sono quelle persone incappucciate e vestite di nero che pare notare solo Roxas? Al posto che trovare un abbozzo provvisorio di risposta, le domande continuano a moltiplicarsi esponenzialmente...

L'abito fa il monaco...
Dopo qualche ora finalmente avrà inizio il gioco vero e proprio, con il medesimo party usato in KH: Sora, Goofy & Donald. Destinazione: The Mysterious Tower. Yen Sid ci fornirà qualche notizia sull'Organizzazione dei 13 e... e ci inviterà a proseguire nella stanza adiacente alla sua. Dopo aver ottenuto un nuovo vestito, come un fulmine a ciel sereno, eccoci di fronte la prima vera novità apportata al gameplay: le Form. Questa abilità permette tramite l'utilizzo di una "fusione" fra Sora e Goofy o Donald (o entrambi) di trasformarsi (l'aspetto esteriore rimane quello di Sora, non compare nessun mostro alato, non vi preoccupate). Visivamente cambia "solo" (non solo) il colore delle vesti di Sora, ma i vantaggi sono molti e svariano dalla possibilità di usare un doppio Keyblade (uno per mano), al poter fluttuare a pochi centimetri dal suolo effettuando evoluzioni davvero notevoli durante un combattimento etc etc. Ma come ogni "medaglia" ha le sue due facce: in occasione di ogni trasformazione dovrete fare a meno del compagno con cui farete la "fusione", rendendovi di certo più potente, ma al tempo stesso vulnerabile nel caso di molteplici nemici. Con questa nuova prospettiva, possiamo guardare al domani e volare via, verso quel sogno (Kairi, Riku, stiamo arrivando!) che attendevamo da troppo tempo.

Il senso di Sora per il volo.
Come nel precedente capitolo, (scusate, ma è difficile non fare paragoni) per "spostarsi" da un mondo all'altro utilizzeremo la GummiShip. Il comparto di questo sotto-gioco è stato rivisto in gran parte e perfezionato con l'implementazione quali poter sparare (e girare la visuale) in ogni direzioni sull'asse orizzontale (davanti, dietro, destra e sinistra). Un notevole passo in avanti. Questo ha reso l'esperienza di volo più frenetica ed appagante per gli amanti degli sparatutto spaziali. Dopo aver aperto una rotta potrete sbloccare i 3 diversi livelli che compongono la stessa: questo ovviamente dipende dalla vostra abilità nella determinata sezione, e non solo... Potrete customizzarvi la navicella come vorrete, cambiando la forma, la potenza di fuoco, gli scudi difensivi o, perché no, costruirvene una nuova. Ma state attenti, potreste finire...

In fondo al mar, in fondo al mar...
Arrivati in questa sezione credo che tirerete un sospirone di sollievo (Io sono stato il primo). Come mai vi chiederete? Semplice, non ci sono battaglie. Dovrete solo eseguire dei concerti assieme a Ariel, Sebastian e Co. No, niente di difficile per carità. Basterà; avere un minimo senso di temporizzazione per premere a tempo i tasti richiesti per eseguire delle evoluzioni durante lo svolgimento del concerto. E se proprio non ne avete più voglia, e desiderate un po' di azione, dirigetevi al Olimpus Coliseum, no!?

Phil, ehi Phil! Voglio continuare ad essere un EROE... Ehm... Scusa, ma tu non sei Hades?
I tornei per dimostrare di essere un vero eroe non si svolgono più al piano superiore, ma bensì nell'Underground, le terre di Hades. I primi saranno gestiti da Pain & Panic, i due simpatici tirapiedi del "dio dei morti", mentre quelli più importanti e difficili da Hades stesso nella sua stanza. Al contrario di KH, nei tornei di KH2 non si acquisiranno punti esperienza (Disappoint!!!). Naturalmente il più arduo è il torneo dei 50. Ogni 10 incontri avrete una penalità che può svariare dal non subire più di tot danni (500) al non poter utilizzare le trasformazioni o le summon passando dalla modalità in singolo etc.

Grafica CG: 10
Come sempre la S-E è maestra. Pochi FMV ma buoni e poco altro da dire, a parte un breve plauso a Nomura ed allo staff. Al primo per essere riuscito a creare dei nuovi personaggi (sono sempre gli stessi solo cresciuti) davvero ben fatti e meno deformed del primo capitolo, al secondo per aver realizzato dei filmati rasenti la perfezione.

Grafica di gioco: 8.5
Un piccolo salto in avanti, nulla di veramente eclatante. Anche se iniziando il gioco si ha la sensazione anche di un leggero peggioramento, vista l'eccessiva cubettosità di certi personaggi (soprattutto quelli secondari) e spigolosità dei livelli. Al limite del foto-realistico i volti della sezione dedicata alla "Maledizione della Prima Luna". Molto azzeccata la trasformazione di Sora in leoncino nel Pride Land.

Design dei livelli: 7.5
Come detto pocanzi i livelli peccano di definizione; purtroppo i problemi non terminano qua, infatti i cosidetti "mondi" sono composti da un numero che svaria fra le 4 e le 8 sezioni, direi un po' troppo poco per impegnare, parole di Nomura: "Un giocatore impiegherà 8 ore per completare ogni mondo". Sono tre le cose: o in Jap sono scandalosi a giocare o siamo noi occidentali ad essere troppo bravi, dulcis in fundo l'ultima opzione ma non meno probabile, Nomura ha sparato una CA**ATA!

Sonoro: 8.5
E' presente la selezione del Dolby ProLogic II, un passo in avanti rispetto al passato, ma nulla di veramente rivoluzionario. Intendiamoci, KH2 ha un OST di tutto rispetto, ma i brani che rimarranno impressi saranno ben pochi; fra questi potrei citare: le due versioni di Passion eseguite da Utada Hikaru, la strepitosa Showdown at Hollow Bastion di Kaoru Wada già utilizzata in versione originale in Deep Dive e presente in versione soft e riarrangiata con il nome di 13th dilemma sempre in KH2; ultima ma non meno importante la sempreverde One Winged Angel.

Gameplay: 9.5
Uno dei punti di forza veri e propri di questo titolo è rappresentato dal gameplay. Un buon mix tra interazione e battaglie. Scelta molto azzeccata l'aver introdotto le Form, altrettanto vale per il blocco/caricamento degli MP dopo ogni magia curativa. Le summon totali sono state ridotte a 4, ma non se ne sentirà la mancanza. Interessanti gli attacchi combinati con i vari personaggi che compongono il party. Non precisissimo il comando triangolo in battaglia: in certi casi penserete di concludere un attacco verso un nemico con una combo (tasto triangolo) e vi troverete a fare un attacco speciale con un vostro alleato (sempre gestito col tasto triangolo). Crescita del personaggio ben bilanciata. Trovo discutibile la modalità prima persona.

Longevità: 8.5 (7.5+9.5/2)
Casual User: 7.5 ---> Il gioco in sé potrebbe durare poco piú di 35 ore.
Irriducibili: 9.5 ---> Crescita esponenziale delle ore di gioco. Per concluderlo al 100% impiegherete almeno 75/80 ore se non di più: dalle rotte della GummiShip al torneo dei 50 passando per Sephiroth. La sfida ha inizio!

Trama: 7
Eccoci giunti finalmente al tasto dolente.
Il problema principale è proprio la trama, se tale la si può definire. Non basta un inizio ed una fine spettacolare e scoppiettante, per salvare baracca e burattini. Le 30 ore centrali (70 ore per gli irriducibili) rappresentano il nulla assoluto, a livello di sviluppo vero e proprio della storia, cosa che non accadeva minimamente nel primo capitolo che, malgrado fosse stato creato per un target molto più infantile, possedeva almeno una sua trama intrigante e ben sviluppata, riuscendo ad amalgamare alla (quasi-)perfezione i vari mondi che si andava via via visitando. In KH2 non si capisce a che target di pubblico strizzi l'occhiolino il gioco, la prima e ultima parte sono esplicitamente per un pubblico adulto, ed i bambini si annoieranno a morte cercando di andare oltre e riavere quanto prima Sora, Goofy & Donald. Il mezzo è solo una rivisitazione dei film disney. I bambini ne andranno matti, gli adulti, penso molto molto meno; io, da appassionato di animazione, mi sono annoiato a morte...

Giudizio Finale: 8.5
Un buon gioco, sotto molti punti di vista migliore del suo predecessore e sotto altri inferiore. Poteva essere una perla assoluta, invece scelte molto discutibili e innegabilmente di origine "COMMERCIALE" privano questo titolo della corona di miglior action/gdr su piattaforma PS2.

Chiudo con un appunto sul direttore/sceneggiatore/chara-designer del gioco.
Purtroppo Nomura-san come ci ha dimostrato con il recente film Final Fantasy VII: Advent Children, non è ancora all'altezza della stesura di uno screenplay o anche parte di esso. Effetti speciali, frenesia nei combattimenti e qualche battuta qua e là, non rendono un capolavoro tale, ma se nell'OAV di FF7 si poteva chiudere un occhio, visto che il capolavoro esisteva già, in KH2 lo si può fare un po' meno, visto che il primo capitolo era tutto fuorché privo di pecche. La Square-Enix si è complimentata con lui, Famitsu ha osannato oltremodo questo gioco (qualche bella mazzetta di Yen non fa mai male)...

Design downloaded from free website templates and Free CSS Templates.