Recensioni » Valkyrie Profile: Silmeria

 

Data di uscita: Giappone 22/06/06 - America 26/09/06 - Europa 7/09/07
Sviluppatore: Tri-Ace
Giocatori: 1
Autore della recensione: Cloud'87
Versione del gioco: americana

Un RPG asgardiano?
Ebbene sì, Valkyrie Profile 2: Silmeria è tutto questo e anche di più! Si tratta del prequel di Valkyrie Profile: Lenneth (già uscito per PlayStation e recentemente riconvertito per la PSP con l'aggiunta di ben 10 sequenze in CG) che narra appunto le storie della Valchiria Lenneth (nella mitologia nordica le valchirie sono 3, in ordine di età: Silmeria, Lenneth e Hrist) e perciò ritroveremo lo stesso mondo presente in Lenneth con qualche aggiunta e una differenza temporale di circa 100 anni indietro. Parlando della trama del gioco possiamo dire che è davvero originale (basti pensare ai personaggi presenti nel gioco), il gioco comincia infatti con la fuga dal castello di Dipan della principessina Alicia, che, ospitando dentro di sé l'anima di Silmeria cercherà in ogni modo di raggiungere Odino (che ha bandito Silmeria da Asgard)... Cominciano così le innumerevoli peripezie di questa ragazza dalla "doppia personalità", che (inseguita dalla valchiria Hrist, la quale reclama l'anima di Silmeria) riuscirà nel suo scopo grazie all'aiuto di alcuni personaggi (9 per la precisione) incontrati durante la storia e dei cosiddetti Einherjar (anime di eroi caduti in battaglia che Alicia può materializzare grazie ai poteri donatigli da Silmeria, poteri come ad esempio la capacità di poter proiettare fotoni dalle mani, i quali avranno uno scopo fondamentale durante il corso dell'avventura e serviranno a risolvere i vari puzzle sparsi nei dungeon, grazie ai fotoni, infatti, Alicia può congelare il nemico e teletrasportarsi al suo posto. Imparare ad usare i fotoni è una prerogativa del gioco, in particolar modo se vorrete raggiungere aree segrete e ottenere cosi oggetti nascosti).

Gameplay: 9/10
Passando al sistema di esplorazione dei dungeon e delle città sappiate che Alicia si muove in un mondo 2D, cioè potete andare a destra/sinistra, oppure su/giù soltanto per entrare (ad esempio) nelle case o per cambiare zona nei dungeon che sono strutturati su diversi piani (sia parallelamente che orizzontalmente). Assicuriamo comunque che l'esplorazione non è mai monotona, anzi è davvero originale e ben realizzata! Quando Alicia incontra un nemico la grafica 2D cede il passo ad un favoloso combattimento in 3D dove il nostro party (composto al massimo da 4 elementi) si muoverà controllato dalla nostra leva analogica sinistra e potrà (oltre al classico "attacco fisico") cambiare l'equipaggiamento, lanciare varie magie, ed effettuare dei dash (scatti) che serviranno a rendere molto più strategico il combattimento, ad esempio scattando ai fianchi o alle spalle dei nemici infliggendo cosi un danno maggiore e non solo, infatti rompendo le varie parti dei nemici potrete ottenere degli oggetti che solo loro potranno lasciarvi come "premio" (avete capito bene, potete colpire i nemici fino a disintegrarli nel vero senso della parola!!).
Anche il sistema di crescita dei personaggi è completamente originale, infatti l'equipaggiamento, composto da arma, elmo, armatura, bracciali, schinieri e 4 alloggiamenti per gli accessori sarà di 3 "colori" diversi (blu, rosso e verde) e sarà possibile disporre questi pezzi in uno schema a rombo. Questi tre colori serviranno a differenziare le abilità che potranno imparare i nostri eroi "linkando" i vari pezzi dello stesso colore (ottenendo maggiori o minori benefici a seconda del numero delle varie parti che saranno collegate). Unica pecca, se cosi possiamo chiamarla, è l'elevata difficoltà dei boss che si troveranno dalla seconda metà del gioco in poi e perciò si dovranno spendere diverse ore per potenziare i personaggi con un "bel po'" di level up!

Grafica: 9/10
La grafica di Valkyrie Profile 2: Silmeria è davvero incredibile, quasi non si riesce a credere che una playstation2 sia in grado di far girare un gioco "con così tanti pixel"! Il gioco è sempre fluido tranne in alcune parti dei combattimenti quando, premendo con furia i tasti del joypad, si lanciano contemporaneamente all'attacco di un mostro tutti i personaggi del party facendo cosi "sudare" il processore della nostra cara PlayStation2.

Musica: 8/10
Il reparto musicale presente nel gioco non è eccessivamente ampio, in compenso ogni musica ha una sua precisa caratterizzazione ed è sistemata "ad hoc" proprio quando la situazione lo richiede. Nota degna di lode va alla musica presente proprio nei combattimenti "standard", ovvero quelli più frequenti, che saranno obbligatori per poter avanzare di livello e arrivare cosi ben preparati ai boss di fine dungeon.

Longevità: 8.5/10
Che dire... L'avventura in sé per sé dura all'incirca 30/35 ore se si vuole arrivare al boss finale (che vi darà non pochi problemi) con un livello appena sufficiente per poterlo affrontare senza essere decimati dopo pochi colpi. Ora direte: "Tutto qui?". Ovviamente no! Come la storia insegna la Square-Enix ha sempre amato inserire moltissime "Quest" (missioni) secondarie nei suoi RPG... E la storia non si smentisce mai... Infatti tutti coloro che vorranno completare questo gioco "al 100%" sappiano che la Square ha inserito un dungeon molto particolare: il Seraphic Gate (tutti coloro che hanno giocato al primo Valkyrie Profile sicuramente ricorderanno le ore spese per completarlo... ). In questo dungeon infatti, oltre a sbloccare ben 7 personaggi, saranno reperibili degli oggetti così potenti che la vostra immaginazione stenterà a credere che siano equipaggiabili! Per completare una volta il Seraphic Gate saranno necessarie almeno 20/25 ore tra esplorazione e vari (in teoria può essere completato ben 10 volte e la sua difficoltà aumenta ogni volta che è stato terminato e se lo farete... ci sarà una GROSSA SORPRESA!).
Concludendo, il Seraphic Gate rappresenta una degna sfida per tutti i veri appassionati degli RPG a cui consigliamo di armarsi di santa pazienza e di tante pozioni curative!

Pro e contro del gioco

Grafica: 9/10
+ Vi sorprenderà in continuazione. Rimarrete senza fiato.
- Qualche rallentamento nei combattimenti più concitati.

Gameplay: 9/10
+ Sistema di combattimento unico nel suo genere e molto profondo (anche se a prima vista potrebbe non sembrarlo).
- Di pecche non se ne vede l'ombra neanche con il lanternino...

Musica: 8/10
+ Davvero coinvolgente, non c'è che dire!
- Qualche brano in più non sarebbe guastato...

Longevità: 8.5/10
+ Lungo quanto basta, e la storia non soffre di alti e bassi, anzi, è sempre molto interessante.
- Terminare il Seraphic Gate più volte metterà a dura prova i vostri nervi...

Voto finale: 8.5 (un bel 9 se siete appassionati della serie)

Design downloaded from free website templates and Free CSS Templates.