WikiRPG » Final Fantasy

 

Forse la serie più famosa al mondo per quanto riguarda i giochi di ruolo, Final Fantasy fa la sua prima comparsa nel mondo videoludico nel lontano 1987 e da allora i videogiochi sfornati dalla vecchia Squaresoft, ora Square Enix, sono stati molteplici e praticamente per tutte le console.
L'ideatore della saga è Hironobu Sakaguchi, che nel 1986 creò il primo Final Fantasy come progetto chiave per la vita della società, che non viaggiava in buone acque e vista la supremazia di Dragon Quest i rischi erano tanti. Per sua (e nostra) fortuna, la scommessa fu vinta e da allora si sono susseguiti già 12 episodi della serie regolare, più alcuni seguiti, svariati remake e infiniti spin off, tutti spesso caratterizzati da animali diventati marchi di fabbrica come i Chocobo (simpatici pennuti gialli) e i Moguri (pupazzotti dal caratteristico pon-pon rosso).

Iniziamo con l'elencare i principali capitoli:

- Final Fantasy I, uscito nel 1987 per NES;

- Final Fantasy II, uscito l'anno successivo, sempre per NES;

- Final Fantasy III, uscito nel 1990 e fu l'ultimo per la prima console Nintendo;

- Final Fantasy IV, uscito nel 1991, il primo ad uscire per SuperNintendo, il primo ad avere parecchie innovazioni tecniche e una trama solida (nonché l'arrivo dei chocobo!);

- Final Fantasy V, uscito nel 1992, sempre per SNES, ebbe la grande novità del job system;

- Final Fantasy VI, uscito nel 1994, l'ultimo per SNES, con un 2D davvero curatissimo, ottima OST, abbandonò il job system per un sistema basato sugli Esper;

- Final Fantasy VII, uscito nel 1997 per PlayStation, fu forse uno dei capitoli più innovativi della serie, col suo coraggioso passaggio al 3D e l'introduzione del Materia System, tutt'ora uno dei più amati;

- Final Fantasy VIII, uscito nel 1999 sempre per la console Sony, caratterizzato da un 3D più realistico, una nuovissima gestione delle magie e delle abilità attraverso le evocazioni, chiamate nel gioco Guardian Force (G.F.);

- Final Fantasy IX, uscito nel 2000, l'ultimo per PlayStation, con un netto ritorno ad un'ambientazione più fantasy, con un character design molto diverso dai due precedenti capitoli e un sistema di apprendimento delle abilità basato sugli equip;

- Final Fantasy X, uscito nel 2001 per PlayStation 2, che abbandonò dopo anni l'Active Time Battle per un sistema a turni e introducendo un nuovo sistema di apprendimento delle abilità, la Sferografia;

- Final Fantasy XI, uscito nel 2002 su più console (PS2 in Giappone e PC, successivamente anche su X-Box 360), primo MMORPG della serie, che ora annovera diverse espansioni (al momento 4);

- Final Fantasy XII, uscito nel 2006, l'ultimo ad approdare su PS2, anch'esso sconvolge i canoni classici della serie, facendo finalmente sparire i combattimenti casuali, introducendo un sistema di combattimento "da MMORPG" dove è anche possibile impostare comandi da far eseguire ai personaggi in maniera autonoma (Gambit); tra le altre innovazioni, oltre alla enorme possibilità di vagare per le lande di Ivalice, c'è il sistema di license, che serve sia per poter apprendere abilità e tecniche, ma anche per poter equipaggiare nuovi oggetti.

- Final Fantasy XIII, il primo capitolo a sbarcare su PS3 ed X-Box360 e uscito, dopo anni e anni di lavoro (annunciato nel 2006, uscito qui in Italia nel 2010); Dopo tanti anni di "maschilismo" la Square punta su una protagonista femminile, Lightning, e su un videogioco basato molto sulla trama e meno sul gameplay, che comunque offre spunti interessanti; ben accolto dalla critica (voto medio 8,5), ha comunque spaccato il fronte dei videogiocatori, che lo accusano di mancanza di novità e di una trama banale. Passano gli anni, ma le accuse rimangono sempre le stesse.

- Final Fantasy XIV, nuovo MMORPG per PC (uscito nel Settembre 2010 in tutto il mondo) e PS3 (in uscita a Marzo 2011) che catapulta i giocatori nel mondo di Eorzea; nonostante le grandi aspettative della società, il lancio è stato piuttosto disastroso, con commenti negativi anche da parte delle riviste del settore. Si spera in grandi ed efficaci espansioni, che possano far risollevare le sorti di Eorzea.


Seguiti & Compilation

Di solito la Square era restia a creare dei seguiti alle storie create, ma da un po' di tempo a questa parte ha decisamente cambiato opinione, creando svariati giochi:

- Final Fantasy X-2, primo seguito ufficiale, uscito nel 2003, ambientato due anni dopo FFX, con Yuna, Rikku e Paine come protagoniste. Rispetto al suo predecessore, riporta in auge una sorta di job system e il sistema di crescita a livelli;
- Final Fantasy XII Revenant Wings, uscito nel 2007 per Nintendo DS, riprende le vicende di Vaan e Penelo come aviopirati, con un sistema di gioco strategico in tempo reale;
- Final Fantasy IV The After - Ritorno alla luna, seguito del quarto capitolo, ma per cellulari, che narra le avventure del figlio di Cecil; difficilmente lo vedremo mai in Occidente.

Poi c'è la Compilation of Final Fantasy VII, iniziata nel 2004 con l'uscita del film in computer grafica Final Fantasy VII: Advent Children, ambienato un anno dopo il capitolo originale, con la minaccia della malattia Geostigma che colpiva il mondo e con l'arrivo di tre personaggi (Kadaj, Yazoo e Loz) alla ricerca della "Madre".
Nello stesso DVD era contenuto un OAV intitolato Final Fantasy VII: Last Order, che ripercorreva le vicende accadute a Nibelheim.
Lo stesso film verrà riproposto nel Marzo 2009 (in Giappone), col nome di Final Fantasy VII: Advent Children Complete, versione Blue-Ray del film, che conterrà 30 minuti inediti; nella confezione ci sarà anche la demo di Final Fantasy XIII e nuovi video di FF Versus XIII e FF Agito XIII.
Dopo il film del 2004 arrivarono due nuovi capitoli, un prequel e un sequel, rispettivamente Before Crisis: Final Fantasy VII e Dirge of Cerberus: Final Fantasy VII. Il primo, per cellulari, non uscirà probabilmente dal Giappone (salvo futuri remake), e narra le vicende passate dei Turks e di quando Sephiroth era ancora un SOLDIER.
Dirge of Cerberus, invece, per PlayStation 2, è ambientato due anni dopo FFVII, con Vincent Valentine alle prese con una nuova organizzazione, vecchie conoscenze e ancora molti segreti da svelare, in un mix tra GdR e TPS (Sparatutto in terza persona).
Infine, è arrivato Crisis Core: Final Fantasy VII, per PSP, in uscita in Europa nella primavera del 2008, dove vengono descritte le avventure di Zack Fair e di come si arrivò a quelle famose giornate di Nibelheim, dove tutto cambiò.

Passiamo ora l'ultima creazione Square, ossia la mini-serie Fabula Nova Crystallis, formata al momento da tre giochi che vedranno la luce nel 2009; essi sono:
- Final Fantasy XIII (vedi sopra);
- Final Fantasy Versus XIII, action-RPG per PlayStation 3, diretto da Tetsuya Nomura, gioco fortemente influenzato anche dall'architettura italiana (e non solo), con un gameplay simile a Kingdom Hearts, ma finora le notizie sono poche;
- Final Fantasy Agito XIII, capitolo precedentemente previsto per cellulari giappici, quindi destinato al solo mercato giapponese, ora passato a PSP, diventando così oggetto del desiderio di molti giocatori. Il gioco è un action-RPG, con i personaggi suddivisi per classi, con un ambientazione scolastica meno presente rispetto al progetto originario, ma con una influenza nella trama di argomenti come guerra, politica e un po' di sano fantasy... Nel party Square DKΣ3713 è stato mostrato un video nel quale c'erano anche alcune evocazioni come Odino, chissà quando verrą mostrato anche a noi... Per il resto, pare ci sia una modalità online co-op "alla Monster Hunter".


Spin off e altri titoli

Ci sono altre decine di titoli e mini-serie che compongono l'enorme universo di Final Fantasy:

- collana Tactics: si tratta di (al momento) tre episodi, per lo più scollegati tra loro salvo alcune citazioni e alcuni personaggi presi in prestito (anche da altri FF), non più semplici j-RPG bensì RPG strategici. Il più famoso (e riuscito meglio) è Final Fantasy Tactics, uscito per PlayStation nel 1998 e remake-ato nel 2007 su PSP col titolo di Final Fantasy Tactics: the War of the Lions.
Per console portatili della Nintendo, invece, sono usciti due capitoli: Final Fantasy Tactics Advance (per GameBoy Advance, uscito nel 2004) e Final Fantasy Tactics A2: Grimoire of the Rift (per DS, in uscita nel 2008 in Europa).

- mini-serie Crystal Chronicles: formata da quattro titoli, di cui uno solo annunciato e di cui si stanno perdendo le tracce (ossia il capitolo per Wii Final Fantasy Crystal Chronicles: the Crystal Bearers), gli altri tre sono Final Fantasy Crystal Chronicles (uscito nel 2004 per GameCube), Final Fantasy Crystal Chronicles: Ring of Fates (in uscita nel 2008 per DS) e Final Fantasy Crystal Chronicles: Echoes of Time, in uscita sia per Wii che per DS a Gennaio in Giappone (per avere delle info a riguardo leggete qui).

- Dissidia -Final Fantasy-, picchiaduro con elementi da RPG per PSP uscito in Giappone il 18 Dicembre 2008 (e a Settembre 2009 in Italia), dove i personaggi della serie principale si sfideranno in scontri spettacolari, tutto in 3D (ci saranno due personaggi, protagonista ed antagonista, per ogni capitolo che va dal primo al decimo... insomma ce n'è di carne al fuoco, per altre info c'è la recensione). Campione di incassi, come sperava la Square Enix, tant'è che (leggi qui sotto)...

- Dissidia 012 [duodecim] Final Fantasy, ossia il prequel del sopracitato titolo, sempre per PSP ed in arrivo in Giappone la prossima primavera; le vicende si svolgono nella guerra precedente tra Chaos e Cosmos, quindi avremo a disposizione nuovi personaggi oltre a quelli già presenti. Tra i confermati abbiamo Lightning di FFXIII, Cain di FFIV e Tifa di FFVII; novità anche nel sistema di gioco, visto che potremo avere un aiuto in battaglia richiamando un alleato per qualche secondo (Assist System).

- ci sono poi altri titoli scollegati: Final Fantasy Adventure per GameBoy (in Giappone intitolato Seiken Densetsu), titolo che diede inizio ad una serie nuova di RPG; Final Fantasy: Mystic Quest per SNES.

- Final Fantasy: The 4 Heroes of Light, titolo per DS uscito l'8 Ottobre 2010 in Italia, che ripropone un'aria molto old school, per far felici i nostalgici dei primi capitoli della saga, anche se con una grafica niente male.


Remake

Una delle manie più forti della Square è di certo fare remake. I titoli di Final Fantasy, specialmente quelli più vecchi, sono stati riproposti in tutte le salse e su infinite console. Eccovi la lista:

- Final Fantasy Origins, porting dei primi due capitoli su PlayStation, uscito in America e in Europa, in inglese;

- Final Fantasy I&II - Dawn of Souls, remake dei primi due capitoli per GameBoy Advance, con nuova grafica e alcuni extra, uscito su tutti e tre i mercati (in Italia è anche in italiano);

- Final Fantasy I Anniversary Edition e Final Fantasy II Anniversary Edition, remake per PSP dei primi due capitoli della serie, usciti anch'essi in tutti e tre i mercati, in occasione dei 20 anni della saga;

- Final Fantasy III DS, unico remake del terzo capitolo, per Nintendo DS, uscito in tutti i mercati;

- Final Fantasy IV DS, remake per DS del quarto capitolo, in 3D; nel corso dell'estate 2008 raggiungerà anche America ed Europa;

- Final Fantasy Collection, porting su PlayStation dei tre capitoli per SNES, versione uscita solo in Giappone;

- Final Fantasy Chronicles, porting su PlayStation di FFIV insieme a Chrono Trigger, uscito solo in America;

- Final Fantasy VI, porting su PlayStation del sesto capitolo, dedicato solo al mercato americano ed europeo;

- Final Fantasy Anthology, porting su PlayStation del quarto e quinto capitolo in Europa, mentre in America contiene quinto e sesto capitolo;

- Final Fantasy IV Advance, remake del quarto capitolo con nuova veste grafica, sempre in 2D, uscito in tutti e tre i mercati, per GameBoy Advance;

- Final Fantasy V Advance, remake del quinto capitolo con nuova veste grafica, sempre in 2D, uscito in tutti e tre i mercati, per GameBoy Advance;

- Final Fantasy VI Advance, remake del sesto capitolo con nuova veste grafica, sempre in 2D, uscito in tutti e tre i mercati, per GameBoy Advance;


Anime, Manga e Movie

Oltre al reparto videoludico, non mancano innumerevoli serie manga, riguardanti alcuni capitoli della saga, serie anime (Final Fantasy Unlimited) e altri extra come romanzi online o radiofonici, libri.
Tra i progetti più famosi di certo c'è Final Fantasy: the Spirits Within, film in computer grafica uscito nel 2000, che non fu un successo come sperato da Sakaguchi, anzi, provocò alla società un buco economico considerevole, che la spinse ad accettare la fusione con un altro colosso nipponico del settore, la Enix.

Design downloaded from free website templates and Free CSS Templates.